Skip to main content
panchine arcobaleno artemixia

venerdì 17 maggio

aperto a tutte e tutti
Spettacolo di arte performativa con la partecipazione dellə ragazzə del Liceo Scienze Umane Porporato e del Liceo Artistico Buniva di Torino
Teatro del lavoro, alle 12

Presentazione a cura di Rosalba Castelli, artivista e vicepresidente di Artemixia Aps

con la partecipazione di Silvia Lorenzino, avvocata Centro Antiviolenza Svolta Donna

Inneschi a cura delle classi
4A arti figurative Liceo Artistico Buniva
e 2D linguistico Liceo Porporato

Monologhi Rosalba Castelli e Silvia Lorenzino

Performers Margaret Lanterman,
Claudia Appiano, Rosalba Castelli

Voci Angela Vuolo, Claudia Appiano

Musiche Sara Francesca Molinari,
Jordan D’Uggento e Paolo Masia

VIOLA VELATA  Performance di e con Sara Francesca Molinari.
Dedicato a Masha Amini, la ventiduenne accusata di portare il velo in modo errato e uccisa dalla polizia morale iraniana. Una viola STROZZATA dal velo nero emette il grido delle donne iraniane che lottano per il loro diritto a essere libere di andare a scuola, libere di indossare un cappellino da baseball, libere di camminare con sguardo sereno e senza paura.

VITA DI DONNA – monologo di Rosalba Castelli
con Margaret Lanterman. Musica di Sara Francesca molinari.
Dedicato a tutte le ragazze e alle donne che giustificano la violenza che subiscono e indossano i panni della paura perché non riescono a mettersi nei panni della propria vita, l’unica di cui dovrebbero prendersi cura.

ROSSO INDELEBILE – monologo di Rosalba Castelli, interpretato da Angela Vuolo
Racconto di pacificazione al quale perviene una donna rispetto ai suoi ricordi di infanzia segnata da episodi di violenza domestica assistita.

MUTA LA PELLE – performance
di e con Margaret Lanterman, Rosalba Castelli e Claudia Appiano.
Musica di Jordan D’Uggento e Paolo Masia
Una pelle muta, che muta non è, ma che muta perché si trasforma – azione di espressione corporea eseguita da quattro performers che prende ispirazione dal butoh e dove gioca un ruolo importante la trasfigurazione del corpo.

NON CHIAMIAMOLA VITTIMA – monologo
di Silvia Lorenzino, interpretato da Angela Vuolo
e Silvia Lorenzino.
“Quanto pesa il nostro giudizio sulle donne che vivono situazioni di violenza? Una donna non ha bisogno di essere salvata ma di essere messa nelle condizioni di agire”

MANEGGIAMI CON CURA – performance
di e con Margaret Lanterman e Rosalba Castelli, poesia interpretata da Claudia Appiano.
Musica di Paolo Masia.
Della nostalgia di ciò che è stato e di ciò che ancora non siamo, un invito ad amare, ad amarci, a stare al mondo con delicatezza, ad avere cura e a essere, a nostra volta, cura.